Oristano,sequestrate 7 case a luci rosse

Sette appartamenti a luci rosse distribuiti in due quartieri di Oristano, 14 ragazze, soprattutto sudamericane, romene e cinesi al lavoro giorno e notte, due maitresse che gestivano gli affari, facevano ruotare ogni 15 giorni le prostitute e pagavano gli affitti. Il giro di prostituzione è stato scoperto dai carabinieri del Comando provinciale di Oristano che oggi hanno sequestrato in via Vinea Regum e via Lanusei i sette appartamenti, del valore complessivo di circa 700mila euro. Il provvedimento è stato firmato dalla Gip di Oristano, Silvia Palma, e richiesto dal pm Armando Mammone. Sei gli indagati: il proprietario degli immobili, un 82enne ex agente di custodia e i suoi due figli; due prostitute sudamericane, che hanno rivestito il ruolo di "maitresse", poiché stipulavano i contratti d'affitto col proprietario degli immobili; un oristanese che si occupava di risolvere tutte le problematiche di carattere organizzativo e logistico delle prostitute, andando a prenderle anche alla stazione ferroviaria per accompagnarle sul luogo di lavoro. (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Sardegna News
  2. Sardegna News
  3. Sardegna News
  4. Sardegna News

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Narbolia

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...